Norcia

Norcia, patria di San Benedetto e comune d’Europa

Scopri come arrivare

La città di Norcia, fondata dai Sabini nell’ampia e fertile conca di S. Scolastica a 604 m. di altitudine ed assoggettata a Roma nel 290 a.C., si trova nella parte più montuosa e pittoresca dell’Umbria, nel mezzo di un anfiteatro naturale di monti di ineguagliabile bellezza, oggi nell’area del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Si presenta al visitatore tutta raccolta nella cerchia delle mura medievali dalla caratteristica forma a cuore, perfettamente conservate.

Le numerose risorse, dalla gastronomia alle tradizioni popolari, dalla cultura e l’arte all’ambiente, fanno di Norcia una città poliedrica e la rendono particolarmente attraente agli occhi di ogni visitatore.

La Basilica di San Benedetto con la cripta e i resti della casa natale dei Santi Gemelli Benedetto e Scolastica, il “Portico delle misure”, il Palazzo Comunale, la Castellina, la Concattedrale di Santa Maria Argentea, il Tempietto, i palazzi storici, le chiese romaniche sparse in tutto il territorio e molti altri gioielli artistici, compresi quelli conservati presso il Museo Civico e Diocesano e nel Criptoportico di Porta Ascolana, nonché il cospicuo patrimonio archivistico, raccontano di un passato glorioso e rigoglioso.

La vivace attività economica, imperniata sulla tradizionale “norcineria” (ovvero l’arte di lavorare il maiale), per la quale è conosciuta in tutto il mondo, fa della città un vero e proprio paradiso gastronomico: vi regnano il prosciutto con marchio igp (indicazione geografica protetta) e gli insaccati, ma anche numerose varietà di formaggio. Tra i prodotti principe della tavola si annoverano i tartufi neri pregiati (tuber melanosporum vittadini) di cui Norcia è la patria e le lenticchie di Castelluccio igp, che sono considerate le più tenere e le più rinomate d’Italia per aver anticipato di secoli il metodo della coltivazione biologica, essendo coltivate senza l’ausilio di additivi a una quota di 1300 metri di altitudine, ai piedi del Monte Vettore. Tutte queste prelibatezze, di indiscussa genuinità, vengono messe in mostra nell’ultimo fine settimana di febbraio e nel primo di marzo, in occasione della “Mostra Mercato del Tartufo Nero Pregiato di Norcia e dei Prodotti Tipici”, kermesse gastronomica di fama internazionale.

Come meta significativa, Norcia vanta la presenza di qualificate attrezzature alberghiere e soprattutto difende un’importante e promettente vocazione turistico-sportiva, grazie alla quale si è fatta un nome come sede di ritiro estivo per società sportive di massimo livello, per la migliore scuola di volo libero d’Europa e per tutte le specialità sciistiche, a cui si sono aggiunte quelle fluviali, come il rafting lungo il fiume Corno, e quelle a stretto contatto con la natura come il trekking con i muli.

Ma Norcia è conosciuta soprattutto come la città natale di S. Benedetto (480), Patrono Principale d’Europa; un legame importante, questo con il fondatore del monachesimo occidentale, che la rende unica nel contesto europeo e la riveste di una forte identità storica, religiosa e culturale.

Scopri come arrivare